APERTURA SPORTELLO ANTIDISCRIMINAZIONE

Calendario eventi riminesi per la giornata internazionale contro l’omotransfobia

IDAHOBIT – International Day Against Homo-Bi-Transphobia

17 maggio 2015

12 Maggio: Proiezione del film “Una nobile rivoluzione” di Simone Cangelosi ore 21

Presso la Cineteca comunale. Presenta Mila Fumini.

Il film racconta la vita e la straordinaria militanza di Marcella (nata Marcello) di Folco (Roma, 7 marzo 1943 – Bentivoglio, 7 settembre 2010), prima transessuale italiana a ricoprire una carica elettiva. Amava molto Rimini, e volle essere con noi per le celebrazioni riminesi del 17 maggio 2010. Il 18 maggio avrebbe incontrato il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

16 Maggio: Gruppo “Coming out”, iniziative culturali dalle 16 e concerto dalle 21.

Il “coming out” è un gruppo spontaneo nato da poco nel territorio di Rimini che propone un pomeriggio ricco di eventi ospitati dal centro sociale Grottarossa, via della Lontra 40.

Organizzata in occasione della giornata internazionale contro l’omo e transfobia, la serata è incentrata sul tema del rispetto, della non discriminazione ed è dedicata a tutti coloro che credono nella potenza del messaggio che questa vuole trasmettere.

Maggiori dettagli all’evento facebook: fb.com/events/1603184953299269/

16 Maggio: Centro RM25 dalle 20 alle 24

Arcigay sarà presente al “Open day” del centro sociale (Corso d’Augusto 241) che ospita alcune delle iniziative del comitato “Alan Turing”.

17 Maggio: Strarimini in Piazza Cavour dalle 7.30 alle 9

Saremo presenti grazie alla collaborazione con la UISP territoriale di Rimini con i lacci rainbow della campagna #allacciati contro l’omofobia promossa da Paddy Power.

Faremo fotografie a chi vorrà aderire alla campagna da pubblicare su twitter con l’hashtag #allacciamoli della campagna, tra cui l’assessore allo sport Gian Luca Brasini che ha già confermato la sua adesione.

17 Maggio: Biciclettata sul lungomare di Rimini fino a Piazza Cavour dalle 17.30 alle 19.00

Assembramento dalle ore 17.30 e partenza alle 18 per l’ormai tradizionale coloratissima biciclettata il collaborazione con la UISP territoriale di Rimini. Percorreremo il lungomare fino a piazzale Kennedy e da lì per la ciclabile dei parchi fino all’Arco d’Augusto dove le autorità, gli organizzatori e le associazioni aderenti potranno tenere dei discorsi. Da lì si continuerà fino a Piazza Cavour dove ci uniremo all’inaugurazione dello Sportello Antidiscriminazione di “Rompi il silenzio”.

17 Maggio: Inaugurazione dello Sportello Antidiscriminazione dalle 18.30 alle 19.30

Lo sportello Antidiscriminazione di “Rompi il silenzio” verrà inaugurato, con la partecipazione della scrittrice Cristina Obber e alla presenza dell’Assessora regionale On. Emma Petitti e della Consigliera regionale Nadia Rossi. L’incontro avverrà nella sede della Casa delle donne, presso la Torre Civica in Piazza Cavour.

17 Maggio: Ringraziamento al Comune per l’approvazione del registro delle unioni civili, 19.30

Una serie di coppie residenti a Rimini (alcune delle quali hanno chiesto l’iscrizione al registro delle unioni civili e altre che hanno chiesto la trascrizione del loro matrimonio celebrato all’estero) rivolgeranno un ringraziamento simbolico dalla scalinata del palazzo comunale con un gesto che mostri il proprio legame e l’impegno che intendono prendersi di fronte alla comunità. Tra loro ci saranno anche coppie residenti in comuni della provincia che ancora non hanno approvato regolamenti per le coppie omosessuali, per sostenere l’approvazione di regolamenti che le riconoscano.

17 Maggio: Aperitivo (dalle 19.40) e proiezione gratuita del film “The imitation game” (dalle 21)

Presso la Cineteca comunale. Durante l’aperitivo (sponsorizzato dall’osteria Angolo Divino) verranno proposti gli eccellenti (e autoironici!) vini Vinocchio e Uvagina, e la birra Idem, la prima birra artigianale LGBT che sostiene la parità di diritti. Durante l’aperitivo verranno raccolte firme di sostegno alla petizione “STOP omofobia a scuola, nessuno uguale tutti uguali” www.change.org/p/matteo-renzi-stop-omofobia-a-scuola e chi vorrà potrà sostenere l’attività di Arcigay Rimini iscrivendosi al nostro comitato.

Dalle 21 proiezione del film premio Oscar® “The imitation game” dedicato ad Alan Turing (fondatore dell’informatica, protagonista della sconfitta del nazifascismo, eroe di guerra e vittima dell’omofobia di stato), cui è intitolato il comitato Arcigay di Rimini fin dalla sua fondazione nel 94.

Anche due appuntamenti di cinema per la Giornata mondiale contro l’omofobia.

Martedì 12 maggio (ore 21, ingresso 5 euro), sarà presentato, in prima visione, Una nobile rivoluzione, il documentario di Simone Cangelosi dedicato a Marcella Di Folco, leader del movimento transessuale italiano, scomparsa pochi anni fa, mentre domenica 17 maggio (ore 21) sarà riproposto, a ingresso libero, The Imitation Game, il film di  Morten Tyldum su Alan Turing, genio della matematica, eroe di guerra, padre dell’intelligenza artificiale, morto suicida nel 1954, dopo essere stato perseguitato dalle autorità inglesi per la sua dichiarata omosessualità.

Distribuito dalla Cineteca di Bologna, Una nobile rivoluzione racconta, mescolando testimonianze, documenti ufficiali e filmati privati, la vita (o le vite) di Marcella Di Folco: nato Marcello, figlio di un gerarca fascista, protagonista negli anni sessanta della dolce vita romana, caratterista del cinema italiano con il nome d’arte di Marcello Di Falco (con Federico Fellini, ad esempio, è stato proconsole nel Satyricon e Principe in Amarcord), poi, dopo l’intervento per il cambio del sesso a Casablanca nel 1980, simbolo delle battaglie per i diritti civili combattute in Italia negli ultimi trent’anni e primo trans al mondo a ricoprire una carica pubblica. A parlare di questa sua esperienza, umana e politica, e insieme di una stagione fondamentale nella storia di questo paese, il regista Simone Cangelosi, che in un documentario di qualche anno fa, dal titolo Dalla testa ai piedi, raccontò il suo incontro e la sua amicizia con Marcella e di quanto questa fu decisiva nella sua personale storia di trasformazione.

Con The Imitation Game il regista Morten Tyldum e l’attore Benedict Cumberbatch portano all’attenzione del grande pubblico la biografia poco nota del matematico Alan Turing, che riuscì a decifrare il codice segreto attraverso cui i nazisti si scambiavano informazioni, favorendo così la vittoria degli alleati. Un eroe dunque, che negli anni immediatamente successivi alla fine della Seconda guerra mondiale fu però perseguitato dalla legislazione inglese che considerava l’omosessualità un reato da punire con il carcere o, in alternativa, da scontare con la castrazione chimica.